shutterstock_55412590Il sistema Parabolic Troughs consiste in lunghe file lineari di specchi di forma parabolica nel cui punto focale è posizionato un tubo ricevitore, solidale con la superficie riflettente . Questa, concentrando i raggi del sole sul un tubo ricevitore, scalda il fluido termovettore che scorre al suo interno, portandolo alle temperature desiderate in funzione del successivo utilizzo: dai 150°C per impieghi termici in processi industriali fino ad oltre 600°C per la produzione di energia elettrica.

Il sistema Parabolic Troughs è il più diffuso tra le tecnologie CSP attualmente produttive. Il primo impianto fu realizzato negli anni '80 negli USA, a Kramer Junction nel deserto del Mohave, per una potenza totale installata di circa 350 MW. Negli ultimi anni  sono stati realizzati nuovi impianti sia negli USA che in Europa: a fine 2010 erano in operazione 12 impianti (11 in Spagna e 1 in Sicilia) , per un totale di oltre 55o MW installati.  Attualmente più di 650 MW sono in fase di costruzione in Europa (in particolare in Spagna) e un numero notevole di nuovi progetti si stanno sviluppando in America. Oltre al mercato europeo e statunitense altri mercati stanno vedendo un interessamento a questa tecnologia:  in Algeria e Marocco due impianti da 50 MW abbinati a un cislo combinato sono in fase di progettazione e altri 20 MW si stanno realizzando in Egitto. Anche il Medio Oriente, i paesi arabi e la Cina stanno guardando con interesse alla tecnologia.

Il sistema Parabolic Troughs si trova a una fase commerciale e tecnologica già matura, e gli impianti che si stanno realizzando sono finanziati dalle banche a condizioni standard.